Donate
News

Comunicato stampa del 30 giugno 2013


Da poche ore si è conclusa una lunga settimana chiamata WeekPride dal 25 al 30 giugno 2013 e il Milano Pride 2013.
Come Associazione Rose di Gertrude siamo orgogliosi e pienamente soddisfatti del favoloso successo.
Obbiettivi raggiunti anche se piacevoli e numerosi imprevisti hanno più volte fatto cambiare il programma e palinsesto della Parata.
Oltre 50 000 persone si sono con noi unite per manifestare e chiedere nella tradizionale forma della parata dell’ orgoglio per ancora una volta rivendicare i diritti di base che ancora oggi vede il nostro Paese Italia fanalino di coda della comunità europea.
La base è pronta, molte attenzioni ed interessi da parte delle amministrazioni locali che hanno voluto affiancarsi alle associazioni GLBT del Coordinamento Arcobaleno di Milano e Provincia erano presenti con il loro patrocino il Comune di Milano, Magenta e Sesto San Giovanni. A sorpresa si è unita l’amministrazione di Vimodrone.
Il fiume in piena formato dai partecipanti è esploso all’ ingresso del corteo del Sindaco di Milano Giuliano Pisapia.
Musica, emozioni, colori, come sempre una manifestazione pacifica e quest’ anno anche ecologica.
Hanno collaborato centinaia di volontar* assieme a cento artisti di strada con la famosa Banda degli Ottoni, dei Mitoka Samba e di altri gruppi musicali.
Al termine dei discorsi ufficiali cento volontari hanno dato vita ad uno splendido flashmob seguito da gruppi musicali e show DragQueen.
La comunità GLBT commossa non solo per gli interventi degli amministratori locali PF Majorino e Giuliano Pisapia che alle parole hanno confermato fatti concreti per Milano : la casa dei diritti.
E’ stato il pride della “prima volta” potremo dire.
La prima volta che il coordinamento assieme all’ amministrazione comunale di Milano si ritrova per organizzare e mediare, la prima volta della conferenza stampa a Palazzo Marino. La prima volta che un Sindaco di Milano partecipa al pride. La prima volta che città dell’ hinterland patrocinano la parata. La prima volta che i partecipanti ritrovano striscioni di Benvenuto da parte dei commercianti di Buenos Aires. La prima volta che un assessore (Majorino)che dimostra anche sul palco la sua passione e diventa più attivista degli attivisti GLBT. Che un rappresentante di Categoria il Sig. Paolo Uguccioni solidarizza sul palco conquistando la folla intonando un vecchio motivo che dice :”Come può uno scoglio arginare il mare”.
Come Rose di Gertrude desideriamo ringraziare il Comune di Magenta presente al Pride. Assieme all’ assessora Monica Garegnani anche il vice sindaco Paolo Razzano.
Il Sindaco di Magenta Marco Invernizzi che dalle parole trasformerà fatti concreti come l’iscrizione e la partecipazione alla Rete Re.A.Dy che opera a livello nazionale e verrà ufficialmente presentata giovedì prossimo 4 luglio 2013 alle ore 21 in Casa Giacobbe.
Il grazie infine a tutt* i cinquantamila partecipanti che hanno deciso di sostenere il movimento GLBT che quest’ anno scendeva in piazza con lo slogan “Dalle Parole ai Diritti”.
Solidarietà, affetto a tutte quelle persone che in questi giorni soffrono ancora di più, tristi e arrabbiati… a Voi cari omo-lesbo-trans fobici auguriamo tanta pace e serenità.

Per Le Rose di Gertrude di Magenta
Sergio Prato

Tagged: , , , , , , ,

0 Comments

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *