Donate
News

Giorno della memoria ricordiamo l’ Omocausto, lo sterminio degli omosessuali.

Giorno della memoria ricordiamo l’ Omocausto, lo sterminio degli omosessuali.

omocausto: sterminio degli omosessualiIl 27 gennaio, Giorno della Memoria, è una ricorrenza internazionale in cui si commemorano le vittime dell’Olocausto, cioè il genocidio perpetrato dalla Germania nazista e dai suoi alleati verso gli ebrei d’Europa e verso tutte le categorie ritenute indesiderabili: Rom, disabili, popolazioni slave, dissidenti politici, religiosi e omosessuali. Almeno 50 mila omosessuali sono stati perseguitati dal regime nazista.

L’ italia ha formalmente istituito la giornata commemorativa, nel medesimo giorno, alcuni anni prima della corrispondente risoluzione delle Nazioni Unite.
Gli articoli 1 e 2 della legge n. 2111 del 20 luglio 2000 definisco le finalità e le celebrazioni del Giorno della Memoria:

La Repubblica italiana riconosce il giorno 27 gennaio, data dell’abbattimento dei cancelli di Auschwitz, “Giorno della Memoria”, al fine di ricordare la Shoah (sterminio del popolo ebraico), le leggi razziali, la persecuzione italiana dei cittadini ebrei, gli italiani che hanno subìto la deportazione, la prigionia, la morte, nonché coloro che, anche in campi e schieramenti diversi, si sono opposti al progetto di sterminio, ed a rischio della propria vita hanno salvato altre vite e protetto i perseguitati.
In occasione del “Giorno della Memoria” di cui all’articolo 1, sono organizzati cerimonie, iniziative, incontri e momenti comuni di narrazione dei fatti e di riflessione, in modo particolare nelle scuole di ogni ordine e grado, su quanto è accaduto al popolo ebraico e ai deportati militari e politici italiani nei campi nazisti in modo da conservare nel futuro dell’Italia la memoria di un tragico ed oscuro periodo della storia nel nostro Paese e in Europa, e affinché simili eventi non possano mai più accadere.

Alcune parti della tragedia nazista sono cadute nel silenzio e dimenticate per decenni, tra queste quello che è stato definito con il termine di Omocausto cioè la persecuzione e lo sterminio di migliaia di omosessuali, sopratutto uomini, ritenuti un pericolo per la società e la purezza della razza. Non dimentichiamo che pure in Italia il regime fascista, anche se in modo meno cruento rese molto difficile la vita delle persone omosessuali.

Nei lager nazisti gli omosessuali erano marchiati con un triangolo rosa, venivano sottoposti a sperimentazioni mediche e torture, spesso erano pure  vittime della violenza degli altri internati, vittime tra le vittime.

La tragedia degli omosessuali non finisce con la caduta del nazismo, molti di loro furono perseguitati poi anche nel dopoguerra scontando in carcere le pene inflitte dal regime nazista, questo contribui a calare un velo di omertà su questa tragedia.

In questo giorno noi vogliamo contribuire a dissipare questa omertà e ricordare le innumerevoli persone omosessuali perseguitate dal nazifascismo.

 

A seguire un celebre documentario che ci racconta gli orrori dell’ omocausto:

Tagged: , , ,

0 Comments

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *