Donate
News

Murgia: “Diffonde beceri clichè omofobi”

Ancora una volta nessun rispetto per le persone Gay. Ci sentiamo derisi ed umiliati dopo tanti sforzi di impegno civico per formare ed informare, lottare contro i luoghi comuni e i pregiudizi per creare una società inclusiva.
In un post su un social network la scrittrice Michela Murgia, considerata dalla comunità LGBT un’alleata e un’amica per il suo lavoro decennale sugli stereotipi di genere, il linguaggio sessista, il maschilismo, l’omofobia, il body shaming sul corpo delle donne ecc. ha spiazzato molti di Noi.
Apprezziamo la solidarietà della Senatrice Monica Cirrunà che scrive :” Utilizzare “il piu” becero cliche” del cameratismo omofobo, che pone l”atto omosessuale in senso spregiativo e canzonatorio, a sostegno della campagna referendaria (del no o del si” poco importa), e” davvero intollerabile, manca di rispetto a tutti i cittadini omosessuali di questo Paese che proprio anche a causa di questi cliche” ancora oggi subiscono discriminazioni e ingiustizie”. Continua la senatrice: “Il rimando a questo schema machista di sottomissione sessuale e” uno dei peggiori mali della nostra cultura, e lo sanno bene anche tutte le donne che quotidianamente lo subiscono. Ecco perche” non puo” in alcun modo essere sdoganato, nemmeno mascherandolo con una finta ironia”. In piu”, “utilizzare la metafora della saponetta da raccogliere in doccia e” grave, perche” ignora che l”origine di quell”immagine di dubbio gusto e per nulla divertente, deriva dagli stupri che nelle carceri subivano, e spesso ancora subiscono, i detenuti omosessuali proprio sotto le docce”.
E’ una vergogna non solo per i gay ma anche per i loro amici e parenti.
15134715_10209758705858090_4370501874620828483_n

0 Comments

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *